Biblioteca

Insegnante responsabile del progetto: Giada Canale

PREMESSA

L’iniziativa della biblioteca a scuola si propone di offrire la possibilità ai bambini di avvicinarsi ai libri, di promuovere il piacere di ascoltare la lettura di una storia, di provare emozioni, di entrare in empatia con i personaggi del racconto.

Con un libro fra le mani, il bambino prima ancora di saper leggere, sperimenta la lettura come scoperta, come esplorazione della conoscenza.

Leggere con una certa continuità ai bambini ha, infatti, una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

I nostri bambini hanno l’opportunità di avere una biblioteca all’interno della scuola, nella quale, una volta alla settimana, potranno esplorare gli spazi e passare del tempo ad ascoltare l’insegnante che legge ed alta voce e a “manipolare” in prima persona i libri presenti in modo da stimolare la fantasia, l’immaginazione, l’ascolto, l’apprendimento e la comprensione.

“Nati per leggere”

In occasione del ventesimo anniversario, l’Osservatorio editoriale Nati per Leggere (programma italiano di promozione della lettura, rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare) ha selezionato i 20 libri che maggiormente hanno caratterizzato la storia di Nati per Leggere, libri significativi per la letteratura per l’infanzia.

Nel progetto biblioteca l’insegnante ha preso spunto proprio da questa lista di libri per scegliere le letture da proporre ai bambini nell’arco dell’anno scolastico.

 

DESTINATARI DEL PROGETTO

Bambini di 5 anni (orsetti)

 

DURATA

Da ottobre a maggio

FREQUENZA

Una volta alla settimana divisi per sezioni con piccoli gruppi di età omogenea.

 

MATERIALI

Libri, testi narrativi, materiali scolastici (fogli di carta, pennarelli, matite, cere, forbici, colla,…)

 

METODOLOGIA

L’insegnante legge ad alta voce i libri ai bambini, avviando in una seconda fase una conversazione guidata in circle-time e svolgendo delle attività grafico-pittoriche (come prodotti finali) per sondare il loro grado di comprensione dei contenuti della storia.

Nel momento in cui si inizierà il prestito settimanale, ogni bambino avrà la possibilità di scoprire, osservare, manipolare i libri; sceglierà, poi, il libro che più lo ha conquistato, per portarlo a casa e leggerlo insieme ai genitori.

 

CAMPO DI ESPERIENZA

Facendo costante riferimento alle Indicazioni Nazionali per il Curricolo della scuola dell’infanzia del 2012 che rappresentano per noi il quadro di riferimento per la progettazione didattica, la nostra proposta si focalizzerà in particolare sul campo di esperienza ossia: I discorsi e le parole.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Per quanto riguarda questo campo di esperienza i traguardi di competenza che ci proponiamo di far sviluppare nei nostri alunni sono i seguenti:

  • Il bambino dimostra curiosità e interesse verso il libro
  • Il bambino ascolta e comprende la narrazione e la lettura di storie
  • Il bambino riflette sui contenuti delle storie
  • Il bambino dialoga, discute e chiede spiegazioni

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

  • Vivere il libro come un oggetto amico
  • Educare all’ascolto e alla comprensione
  • Stimolare interesse, curiosità, desiderio verso le opportunità offerte dal libro e dalla lettura fatta insieme
  • Condividere e rispettare gli oggetti altrui
  • Favorire l’interazione scuola-famiglia attraverso la condivisione di obiettivi educativi comuni
  • Rispettare regole funzionali all’attività del prestito

 

ATTIVITA’

Le attività proposte in biblioteca saranno principalmente di:

  • Ascolto e comprensione di storie
  • Conversazione guidata in circle-time
  • Attività grafico-pittoriche
  • Scelta autonoma o guidata (se necessario) del libro per il prestito settimanale
  • Uscita didattica alla Biblioteca Comunale

 

VERIFICA

  • Osservazione in itinere con griglie valutative
  • Valutazione finale per verificare gli obiettivi raggiunti

ALLA SCOPERTA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CASTELGOMBERTO…!

Il progetto prevede nel mese di aprile- maggio la visita alla biblioteca civica di Castelgomberto, dove i bambini verranno premiati con una medaglia per la loro partecipazione, saranno tesserati con la tessera della biblioteca e inoltre potranno prendere in prestito un libro.

TRAGUARDO DI APPRENDIMENTO:

    • Il bambino ascolta e comprende le narrazioni e la lettura di storie,
    • il bambino riflette sul contenuto delle storie,
    • il bambino si confronta con gli altri sui significati,
    • il bambino dialoga, discute e chiede spiegazioni,
    • il bambino racconta e inventa storie,
    • sviluppa fiducia e motivazione nell’esprimere e comunicare agli altri le proprie emozioni, le proprie domande, i propri ragionamenti e i propri pensieri.

ATTIVITA’

  • Drammatizzazione delle storie da parte dell’insegnante;
  • Raccontare una storia attraverso un narratore diverso (es. La storia di Cappuccetto Rosso raccontato dal Lupo)
  • Lettura e drammatizzazione di storie che hanno come sfondo integratore “la diversità e l’inclusione” tema di progettazione didattica di quest’anno scolastico.
  • Conversazione guidata per:
    • favorire la comprensione,
    • introdurre parole e argomenti nuovi,
    • far comprendere la struttura della storia e le parti da cui è formata (inizio, svolgimento e fine),
    • collegare il libro e la narrazione al vissuto e alle esperienze quotidiane dei bambini,
    • promuovere l’espressione di pareri e giudizi sul libro (“Mi è piaciuto perché…”, “Non mi è piaciuto per questi motivi…”)
    • sviluppare la riflessione e il dialogo collettivo.
  • Raccontare una storia conosciuta
  • Inventare una storia nuova.
  • Immaginare il finale della storia e/ o cambiarlo
  • Stravolgere le storie:
    • rovesciare il ruolo dei personaggi o le loro funzioni
    • inserire un elemento nuovo che ne modifichi la struttura

In questo sito Web utilizziamo strumenti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.