Progetto Colori

Laboratorio:

“Cre-attiviamo con il mostro dei colori”

 

Insegnante: Cristina Tregnago

Premessa

Le attività grafico-pittoriche costituiscono un momento importante nella vita dei bambini per l’interesse che suscitano.

Pasticciare con i colori è un modo per i bambini di entrare in contatto con la realtà e il mondo che li circonda, soprattutto attraverso i sensi tattili e visivi. Con i colori, attraverso un approccio metodologico ludico, i bambini apprenderanno e acquisiranno competenze creative ed espressive, avvicinandoli cosi anche all’arte, stimolandoli a riflettere e a ragionare e a provare emozioni. Le varie tecniche che useremo, aiuteranno a sviluppare la creatività… non per diventare artisti ma per vivere in modo creativo per guardare il mondo in modo diverso.

 

Destinatari:

Bambini di3/4/5 anni.

 

Tipo di lezione:

Lezioni di tipo laboratoriale, in piccoli gruppi di età omogenea,

 

Tempi:

Il laboratorio si svolgerà una volta a settimana per ogni gruppo di età omogenea da ottobre a maggio.

 

Materiali utilizzati:

Si utilizzeranno diversi tipi di materiali in particolare:

  • colori a tempera,
  • spazzole,
  • pennelli,
  • spugne,
  • posate di plastica,
  • spazzolini,
  • palette schiacciamosche,
  • spruzzini,
  • giochi vari.

I materiali saranno utilizzati in maniera innovativa per stimolare la creatività del bambino.

 

Campi di esperienza:   Immagini suoni e colori.

Traguardi di competenza

Il bambino inventa storie e sa esprimerle attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e altre attività manipolative utilizzando materiali, strumenti, tecniche espressive e creative. Esplora le potenzialità offerte dalle tecnologie.

Il bambino comunica ed esprime le proprie emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente.

 

Obiettivi

  • Distinguere i colori primari e secondari;
  • esplorare i materiali a disposizione e li utilizza con creatività;
  • utilizzare diverse tecniche espressive;
  • utilizzare il colore per esprimere le proprie emozioni;
  • sviluppare la creatività e lo spirito artistico.

Abilità

Il bambino:

– sa distinguere i colori primari e gradazioni;

– sa denominare i colori;

– sa come formare i colori secondari e li sa denominare

– sa utilizzare varie tecniche e materiali

-acquisisce capacitò creative

-sa esprimersi con il colore

-rappresenta sul piano grafico-pittorico

sentimenti, emozioni e il proprio vissuto

Conoscenze

Il bambino:

– conosce i colori primari;

– conosce i colori secondari;

– conosce e sperimenta diverse tecniche espressive

– conosce e si approccia a nuovi “linguaggi” creativi

– utilizza il colore per esprimere le proprie emozioni

-conosce forme ed espressioni artistiche

Attività

All’interno del laboratorio “Cre- attiviamo con il mostro dei colori” i bambini conosceranno i colori insieme ad un amico davvero speciale: “il Mostro dei colori”, personaggio del libro “I colori delle emozioni ” di Anna Llenas. Esso rappresenterà lo sfondo integratore del progetto.

I nostri bambini attraverso le attività proposte impareranno a colorare e disegnare con creatività, utilizzando nuove tecniche attraverso l’uso di spruzzini, palette schiacciamosche ecc….

In una fase successiva del laboratorio i bambini avranno l’occasione di osservare e analizzare importanti opere d’arte che proveranno con la guida dell’insegnante a riprodurle.

Infine, come compito significativo e autentico i nostri piccoli alunni proveranno a cimentarsi loro stessi a diventare artisti in modo creativo cercando anche di esprimere le loro emozioni attraverso la loro personale opera d’arte.

 

Verifica

La valutazione sarà costituita da tre fasi:

  1. un iniziale valutazione iniziale o diagnostica: in questa fase l’insegnante osserverà in itinere i processi di apprendimento degli alunni per orientare e sviluppare il percorso educativo-formativo;
  2. una successiva valutazione formativa o “in itinere”: che consiste in un’osservazione mirata e continuativa dei processi messi in atto dal bambino per il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento. Essa ha lo scopo di fornire un’informazione continua e dettagliata circa il modo in cui i singoli allievi affrontano il processo di apprendimento. La valutazione formativa avviene durante i processi di apprendimento, con lo scopo di accertare in modo analitico quali abilità ciascun allievo stia acquisendo e viceversa dove incontra difficoltà. In tal modo si potranno attivare tempestivamente gli interventi compensativi che appaiono più opportuni.
  3. infine una valutazione sommativa o finale: essa viene svolta al termine del processo didattico di insegnamento e ha lo scopo di fare il quadro del profilo finale di apprendimento di abilità e competenze dell’alunno.

 

Add your thoughts

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In questo sito Web utilizziamo strumenti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.